Cerca nel blog

Estratto da Io: nella gioia e nel dolore - Diario di un ragazzo in crescita Ed 2014

In questo ultimo venerdì di febbraio, voglio condividere con voi un estratto di Io: nella gioia e nel dolore - Diario di un ragazzo in crescita Ed 2014 per festeggiare un traguardo raggiunto che non pensavo fosse possibile.
Ringrazio tutti coloro che hanno già scelto di comprarlo e tutti coloro che, leggendo questo post, vorranno farlo, ma soprattutto vorranno condividere con me le proprie impressioni sul libro all’email raccontidivitagay@hotmail.it


Lo trovi qui 

Estratto da
Io: nella gioia e nel dolore – Diario di un ragazzo in crescita. Ed. 2014

4 GENNAIO 2002
Caro Diario
Questo pomeriggio Matteo mi ha chiamato dicendomi che voleva incontrarmi e voleva sapere se in serata fossi andato al Fuso. […]Matteo è arrivato e, bussando al finestrino dell’auto, mi ha detto: sei ancora qua? Forza sbrigati che sei in ritardo. […]


- Allora che si fa? - Mi ha chiesto guardandomi negli occhi.
- Non lo so! – - Ti va di prendere una bottiglia di vino e di berla in un posto appartato?-
- Andata! –
[…]
- Posso farti io una domanda? -
- Vai! -
- Che cosa hai pensato quando mi hai visto la prima volta? -
- Vediamo... veramente non ricordo quando ci siamo incontrati la prima volta. -
- Un pomeriggio al Fuso. -
- Ah sì... be’, nulla di particolare. -
- Bene! - Dico con un tono deluso.
- Ma sì, a stento ci siamo detti ciao. -
- E quando hai iniziato a pensare qualcosa su di me? -
- Ma non lo so... le varie sere in cui ci siamo incontrati, le quattro (contate) chiacchiere che abbiamo scambiato.
[…] 
- Perché tremi? Senti freddo? - Mi ha domandato con premura.
- No! -
- Allora perché tremi? -
- Non lo so neppure io. -
 - Ecco, là c’è il locale, vado a prendere il vino e arrivo subito, aspettami eh? -
- Non credo di avere altre possibilità. -
- Questo è vero. – Ha risposto ridendo.
[…]
Abbiamo deciso di andare in un piazzale a bere il vino e una volta arrivati Matteo ha spento l’auto e ha aperto la bottiglia versandone il contenuto nei bicchieri. […]
A differenza del vino che è terminato dopo qualche bicchiere, le nostre conversazioni avevano tutte un inizio ma non una fine. A un certo punto gli ho confessato che mi scappava la pipì scoprendo di non essere il solo ad avere quella necessità. Mi ha detto che eravamo vicini a casa sua e che, se per me non era un problema, saremmo potuti andare lì. Ho accettato e l’auto si è rimessa in movimento. In un attimo eravamo già sotto casa sua, dentro l’ascensore e poi in cucina. In quest’ultima stanza, ho notato che sul tavolo c’erano due calici pronti per essere riempiti. I due bicchieri erano appoggiati sopra al tavolo di legno lucido posto al centro della stanza. […]
- Posso sedermi sul pavimento? – Gli ho domandato avvertendo la necessità di adagiarmi.

http://www.ibs.it/code/9788897309215/sansone-francesco/oltre-evidenza-racconti.html
Adesso anche in ebook. Qui

- Certo, sentiti libero di fare quello che vuoi. – Mi ha risposto.
E così mi sono seduto sul pavimento mentre lo guardavo sorseggiare il vino. Mi sono alzato per posare il bicchiere che avevo in mano e appoggiarlo sul tavolo. All’improvviso mi sono sentito tirare. Era lui che con il braccio faceva forza per avvicinarmi a sé affinché avvenisse il contatto fra le nostre labbra. Ho cercato di evitare le sue labbra carnose varie volte fino a quando non ho ceduto alla sua insistenza; fino a lasciarmi andare completamente a lui.
Mi ha chiesto di seguirlo in camera sua dove, dopo avermela presentata, ha spento le luci e nell’oscurità siamo tornati a baciarci e a toglierci gli indumenti. Eravamo soli. Gli abiti sparsi sul pavimento e noi, adagiati sul letto, andavamo oltre ai baci.
[…]
Caro Diario non riesco a capire ciò che ho provato. Ero contento e allo stesso tempo spaventato. Non avrei mai immaginato che la prima volta potesse essere così piena di sensazioni contrastanti. […] Sto davvero bene.
Notte 
Read More

La foto della settimana

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Foto: web
Da alcuni giorni sul web circola la fotografia di Giorgio Chiellini, difensore della Juventus e della Nazionale di calcio, in cui si mostra con una scarpa a cui sono stati inseriti dei lacci rainbow e quindi, dato il valore del messaggio che contiene, per me,  merita di essere la foto della settimana.

Lo trovi qui 
Read More

La top 5 delle canzoni di Sanremo dopo il festival

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Fonte video: youtube
Anche per quest'anno ci siamo levati di mezzo il festival di Sanremo e il carrozzone che con sé porta ogni anno. Venti canzoni in gara che hanno occupato le nostre orecchie durante la gara, ma quali sono quelle che alla fine sono rimaste nelle nostre giornate? 
Beh , ascoltando le radio non è difficile da capire, ma sono certo che ognuno di noi ha i propri gusti e le proprie canzoni preferite. Anche io ho la mia personale top 5 delle canzoni sanremesi finite sul mio lettore musicale e quella che segue è la mia personale classifica.


Lo trovi qui 
Read More

Momento complicato

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Come avrete notato, in queste settimane Il mio mondo espanso ha avuto una programmazione instabile, ma per ora è un momento complicato per me. 
A parte l'urgenza che mi ha lasciato a letto da venerdì a lunedì, nei giorni scorsi non è stato facile dedicarmi al blog. E' un momento complicato che non so nemmeno spiegare, o forse non sono pronto a farlo.

Lo trovi qui 
Read More

la foto della settimana

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica. Giovanni Trapani
Foto: web
Lo scorso sabato è gli innamorati hanno festeggiato San Valentino, ma in più di otre 30 città, la comunità LGBT è scesa in piazza in  al grido dello slogan #lostessosì.

Da Palermo a Cagliari, da Roma a Torino e ancora da Padova a Trieste le piazze delle città sono state invase da omosessuali, bisessuali, transgender ed eterosessuali che invocavano il riconoscimento di una legge che ponga sullo stesso piano tutti i diversi modi di amare.

Lo trovi qui 
Read More

Sergio Mattarella sarà anche il nostro Presidente? I commenti di Chiara Cazzato, Daniela Tomasino e Mirko Pace

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Come vi ho detto lunedì su La foto della settimana, i sette giorni precedenti q questi hanno visto l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Il nuovo capo di Stata ha il volto di Sergio Mattarella,  un nuovo che, confesso la mia ignoranza, prima d’ora non sapevo neppure che facesse politica.  Così mi sono informato è ho scoperto che è nato a Palermo nel luglio del ’41, è entrato in parlamento nel ’83 dove è rimasto in veste di deputato fino al 2008 e ha fatto parte dei partiti Democrazia Cristiana, Partito Popolare Italiano, La Margherita .Mattarella è stato Ministro diverse volte occupando le poltrone del ministero per i Rapporti con il Parlamento, della Pubblica Istruzione, della Difesa e per finire è stato ance vice presidente del Consiglio dal 1998 al 1999. Insomma uno che la politica l’ha vissuta e ci ha vissuto, ma non sono certo qui per fare una lezione sulla sua attività o sulla sua vita.
Nella foto: Sergio Mattarella,
dodicesimo Presidente
della Repubblica italiana
Il motivo per cui ne voglio parlare è per capire se il dodicesimo Presidente della Repubblica può essere definito il “nostro” oppure no. Già in rete in molti hanno preso le distanze da questa scelta disconoscendo Mattarella  come presidente, altri invece ne sono stati entusiasti, e poi c’è chi, come me, non conoscendolo, ne vuole sapere di più e si confronta per recepire più pareri possibili per tirare delle conclusioni.  I media, o chi per loro, lo disegnano come uomo di chiesa, di alti valori: insomma un democristiano tutto d’un pezzo. Se davvero fosse così, però, Mattarella potrà venire incontro alle esigenze e ai diritti di tutti coloro che non si rispecchiano il modello bianco/cattolico/eterosessuale


Lo trovi qui 
Read More

La foto della settimana

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Foto: web
Quella che s’è appena conclusa è stata una settimana piena di fatti dal punto di vista politico e sociale. L’Italia ha un nuovo presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che succede a Giorgio Napolitano che ha lasciato il suo incarico a metà del suo secondo mandato, ma dal punto di vista LGBTQ la notizia che ha suscitato tanto interesse quanto entusiasmo, è stato il riconoscimento del registro delle unioni civili a Roma.

Lo trovi qui 
Read More
Powered by Blogger.

Etichette/Tag

© Copyright Il mio mondo espanso