Cerca nel blog

Un mese di Oltre l'evidenza - racconti di vita... gay. I commenti di chi lo ha letto


A un mese dall’uscita di Oltre l’evidenza racconti di vita… gay, ho già ricevuto le prime reazioni da coloro che lo hanno letto. 
In questo post ho deciso di condividere con voi alcuni dei commenti, giusto per darvi un’idea di quello che è stato il libro per le persone che lo hanno letto.
Francesco Sansone






I pride si avvicinano, meglio andarci vestiti come si deve...

Clicca sul link, guarda la collezione PRIDE e scegli il capo giusto per farti dire:
I'm pride and you?


Buongiorno
Sono lieto di annunciati che ho appena finito di leggere "Oltre l'evidenza – racconti di vita... gay". Pensa è il mio primo libro a tematica gay...
Il libro è stupendo, davvero. Una storia meglio dell'altra.  Mi ha colpito molto la storia di Giovanni che mi ha fatto venire i brividi quando ho letto che si voleva uccidere, molto toccante. Ti auguro davvero un grande successo con il libro, non per i soldi che si possono guadagnare con le copie vendute, ma perché vendendo tante copie arriverai nelle case, nelle vite e nei cuori di molti ragazzi gay che magari potranno trarre dal libro uno spunto per riconoscersi e migliorare la loro vita e confrontarsi con le esperienze altrui. Il libro è fatto davvero bene e ne merita la lettura anche dalle persone etero che potranno imparare a confrontarsi con queste storie di vita ed eliminare le troppe cose per scontato sui gay.

Maurizio, 12 Maggio 2012

Ciao Francesco,
Ieri mi è arrivato il tuo ultimo libro e devo dirti che mi è piaciuto molto. Sono importanti libri come questo perché le testimonianze di vita aiutano molto chi si trova nelle stesse situazioni.
Anni fa lessi il libro di Riccardo Rein e Antonio Veneziani "Pornocuore" e quelle testimonianze, come quelle contenute nel tuo libro, mi aiutarono ad affrontare meglio certe situazioni e a vedere da più punti di vista la condizione dell'omosessualità.
Libro come questi penso siano molto importanti e dovrebbero essere sempre disponibili per tutte le generazioni, quindi complimenti e grazie di averlo pubblicato.

Loran, 22 Maggio 2012

 
Ho appena finito di leggerlo. Non sono riuscito a spostare gli occhi dalla lettura. Già l'introduzione e la prefazione fanno nascere un interesse non indifferente. La prima storia, quella di Antonio, è molto  toccante.  Uno può ritrovarsi e identificarsi con una singola storia, oppure, come me, immedesimarsi un po’ in ciascuna di esse. Una lettura scorrevole ed intrigante, consigliabile a tutti.

Sebastian, 10 Maggio 2012

Per saperne di più, vi invito a guardare la pagina di questo blog dedicata a Oltre l’evidenza – racconti di vita… gay.


Prefazione: Paolo Vanacore
Copertina di e con Giovanni Trapani
Casa Editrice: Tempesta editore
Prezzo: 15,00 Euro
Read More

Quando un padre dimentica di essere papà


Cosa succede quando un padre dimentica di essere papà? Succede che un figlio trova in colui che lo ha messo al mondo un pericolo.  Settimana  scorsa è giunta una notizia che definire triste è dir poco. Un ragazzo di 25 anni ha ricevuto delle minacce proprio dal padre il quale, dopo averlo intimorito puntandogli una forbice contro, lo ha cacciato fuori di casa. Il motivo per cui tutto questo è avvenuto è l’omosessualità del ragazzo che s’è ritrovato a dormire nella sua automobile.



I pride si avvicinano, meglio andarci vestiti come si deve...

Clicca sul link, guarda la collezione PRIDE e scegli il capo giusto per farti dire:
I'm pride and you?

“Ora ospitiamo il ragazzo e chiediamo alla società civile e ai media di aiutare questa giovane vittima dell’omofobia a trovare un lavoro dignitoso. Con i miei occhi ho potuto constatare che il giovane porta ancora sull’addome i segni di un cacciavite scagliatogli addosso dal padre in un momento di rabbia, gesto che non è stato denunciato per ritrosia del ragazzo, ma che non può e non deve passare sotto traccia. Spero con forza che non si abbassi mai la guardia su un problema serio e preoccupante come l’omofobia. La nostra associazione conta tantissimi casi come quello di Luca (nome di fantasia ndr). È l’ora della sveglia, o sarà un gioco al massacro.”Queste le parole di Sandro Mangano dell’ Associazione GAYLIB, che ha reso pubblica la vicenda.

Ora mi chiedo basta davvero così poco per far dimenticare ad un uomo di essere padre? A quanto pare sì e tutto questo è davvero sconcertante. Nascono nella mia mente delle domande che, forse, non troveranno mai una risposta. Mi chiedo se un uomo, una volta deciso di mettere al mondo un figlio, è davvero cosciente di ciò che voglia dire essere padre oppure pensa che sia una delle tante cose che devono essere fatte solo per tradizione. Mi chiedo se un uomo sia in grado di comprendere che il figlio che verrà al mondo non sarà mai come se lo immagina oppure è convinto che dovrà essere una copia di se’. Mi chiedo, altresì, se avrà fatto una serie di considerazioni prima di concupire con la moglie oppure non ha badato a nulla e ha pensato solo al piacere fisico.

Sono il primo io a dire che, così come un ragazzo ha bisogno di tempo per accettare la propria omosessualità, anche un genitore necessita del suo tempo per assimilare una simile confessione, ma una reazione simile è fuori da ogni ragionamento. Come ci si può scagliare contro un figlio in questo modo? Come si possono dimenticare in un nulla tanti anni? Come ci si può dimenticare in un niente di essere il papà di  un ragazzo? 

Come dicevo, forse non troverò mai risposte a queste domande, però più passa il tempo, più racconti di vita gay conosco, più mi rendo conto che essere un figlio gay, in alcuni casi, è davvero un dramma, e di certo non per i famigliari.

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Prefazione: Paolo Vanacore
Copertina di e con Giovanni Trapani
Casa Editrice: Tempesta editore
Prezzo: 15,00 Euro

Read More

Un nuovo mondo 84^ Puntata


 Un nuovo venerdì è arrivato e una nuova puntata di Un nuovo mondo è pronta a farvi compagnia. Cosa succederà fra Fabrizio e Daniel dopo che quest'ultimo ha accusato l'amico di averlo messo da parte per uscire con il suo ex? Non vi resta che leggerlo.
 
 
I pride si avvicinano, meglio andarci vestiti come si deve... 

Guarda la collezione PRIDE per poter dire: 
I'm pride and you?



Un nuovo mondo
84^ Puntata

Fabrizio
Esco di corsa dal Marte Inverso e quando arrivo per strada vedo Daniel parlare con Mattia.
-          Daniel, aspetta! Mi dispiace…
-          No, Fabrizio, dispiace a me. Scusami non dovevo dirti quello cose.
-          Be’ – interviene Mattia – vi lascio da soli. – e dicendolo torna dentro
-          Sì, Fabrizio. Scusami tu. Non avrei dovuto reagire in quella maniera e tanto meno avrei dovuto dire quelle parole.
-          No, ma è comprensibile…
-          Il fatto è che ancora adesso quando incontro Manu non riesco a non ricordare tutto quello che ho dovuto subire a causa sua, e questo mi spinge ad essere irrazionale.
-          Penso sia normale.
-          Il fatto è che sto cercando in tutti i modi di dimenticare le umiliazioni, la frustrazione che ho vissuto durante il nostro rapporto, ma non ci riesco. Non sai quanto vorrei svegliarmi la mattina e non ricordare nulla di quello che è successo, ma non ci riesco. Mi basta un niente per ricadere in quei ricordi e stare male. Vorrei non averlo mai conosciuto. Vorrei tanto, ma purtroppo non è così. Sembra che io sia destinato a restare intrappolato in quel rapporto, seppur contro voglia.
-          Non è che per caso, tu sei ancora innamorato di Manu?
-          Ancora innamorato?
-          Esatto!
-          Come potrei? Come potrei essere ancora innamorato di lui? Spiegamelo! Quello non era amore, era semplicemente un sentimento malato.
-          Che vuoi dire?
-          Come lo definiresti tu quello che c’è stato fra noi due?  - a quella domanda non riesco a risponde. – Hai visto che neppure tu sai come definirlo? Non era amore. Io ero solo il suo scacciapensieri, nulla più.
-          Ma questo non è vero e tu lo sai.
-          No, invece. Questa è la verità. – lo guardo negli occhi e seppur le sue parole sono dure, dal suo sguardo appare chiaramente la delusione, il dolore di aver perso quel rapporto che gli ha dato la possibilità di trovare la sua vera personalità.
-          Quindi… è questo il motivo per cui ogni sera incontri qualcuno di diverso. Vuoi dimenticarlo!
-          Sì, e ci provo con tutto me stesso, ma non ci riesco.
-          Ma lui ti ama ancora e forse non è troppo tardi per rimediare…
-          No, ho già dato. Con Manu ho provato e riprovato, ma lui è fatto così e di certo non sarò io a cambiarlo e, francamente, adesso non ne ho nemmeno voglia. Voglio voltare pagina e non importa quanto dovrò impiegare per trovare un po’ di serenità. Quello che voglio è dimenticarlo definitivamente.
-          Se è quello che vuoi, io non posso che rimanerti vicino. Facciamo una cosa, prendo le mie cose e andiamo a farci un giro, ti va?
-          Sei qui con Andrea e tutti gli altri
-          Non l’avranno a male.
-          Davvero, magari ci vediamo domani a colazione.
-          Sei sicuro?
-          Sì, e poi Mattia sta chiedendo a Simone di poter andar via prima e andremo a farci un giro. Mi piace questo ragazzo. Sa capirmi e non pretende nulla.
-          Ma quando dici che ti piace, intendi che potresti innamorarti?
-          Non lo so… so solo che per ora la sua compagnia mi fa stare bene.
-          Fossi in te, ci andrei con cautela. Nella vita non è difficile passare da vittima a carnefice.
-          Che vuoi dire?
-          Che se non sei sicuro di aver dimenticato il tuo passato, forse non dovresti iniziare  a uscire con altro ragazzo pronto a iniziare un presente con te.
-          Ma questo non è il caso … almeno per ora. Ci siamo parlati chiaramente sia in queste settimane in chat sia oggi pomeriggio quando è venuto a casa. Abbiamo deciso di vederci così, senza impegni.
-          Spero che questa tua decisione non ti si ritorci contro.
-          Non preoccuparti sempre per me.
-          Ok! Però, sappi che in qualsiasi momento puoi confidarti con me.
-          Lo so.
-          Allora andiamo? – Chiede Mattia raggiungendoci – Il capo mi ha dato la serata libera.
-          Andiamo! – risponde Daniel – Ciao Fabrizio. Grazie e scusami ancora per prima
-          Non pensarci. Ci vediamo domani a colazione.
-          Sì, ti chiamo io.

Continua… 

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Prefazione: Paolo Vanacore
Copertina di e con Giovanni Trapani
Casa Editrice: Tempesta editore
Prezzo: 15,00 Euro

Read More

Araba Fenice

Se c'è un tipo di musica che mi piace ascoltare è quella d'autore perché credo sia quella che rimane e che spiega meglio i tempi che viviamo e seppur alcune scritte in contesti politico-sociale precedenti, hanno sempre la capacità, a distanza di anni, di rapportarsi ai tempi moderni. De André, Rei, Turci, Fabi, Gazzé, Conte, Consoli, Battiato sono solo alcuni dei nomi che ascolto durante le mie giornate. Tuttavia mi piace anche scoprire nuovi gruppi che in molti non conoscono, ma che sono abilissimi  nel fare musica piacevole.
 Proprio sotto quest'ottica è successo di aver scoperto un giovane gruppo romagnolo, grazie anche a Lory. Loro sono gli  Araba Fenice. Di loro ho scoperto che:


I pride si avvicinano, meglio andarci vestiti come si deve...
I'm pride and you?

 
  

Nel 2007 si aggiudicano il primo posto al concorso musicale Forlì4peace, che li porta in trasferta a Plock, in Polonia, dove suonano in occasione del IX pic-nic europeo.

Sono attivi sulle tematiche sociali che riguardano l'Italia e anche il resto del mondo, hanno suonato per Amnesty ed Emergency, aperto il concerto di Frankie HI-NRG a Formigine contro la mafia nel settembre 2011 e partecipato a varie feste promosse dall' ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) per la quale hanno contribuito anche alla compilation Addosso.

Tra il 2007 e il 2008 pubblicano due live auto-prodotti e nel 2009 esce il loro primo album, Lune a mezzanotte.

Proprio quest'anno è uscito il nuovo loro albun dal titolo Entra nel tempio, di cui apprezzo molto le canzoni Orso e Libellula, L'unico appiglio che potete ascoltare nella loro pagina myspace


Ecco questo è quello che ho scoperto e adesso vi lascio ad alcune delle loro canzoni, affinché possiate scoprirle 

 Macabra Follia

Entra nel tempio




Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Prefazione: Paolo Vanacore
Copertina di e con Giovanni Trapani
Casa Editrice: Tempesta editore
Prezzo: 15,00 Euro


Read More
Powered by Blogger.

Etichette/Tag

© Copyright Il mio mondo espanso